Pavlova alle ciliegie

Pavlova

La pavlova è uno dei nostri dolci preferiti. E’ bellissima e buona, ma anche abbastanza facile da realizzare. Per questo abbiamo chiesto a Silvia di prepararne una per noi in abbinamento al Pinot Grigio della nuova linea Torri Cantine 1967. Una meraviglia per la vista e per il gusto!

Dosi: per 8-10 persone Preparazione: 40 min  Cottura: 120 min  Difficoltà: media

Ingredienti

Per la meringa

  • 160 gr albumi
  • 330 gr zucchero semolato extrafine
  • 30 gr amido di mais
  • 4 gr cremor tartaro
  • 2 cucchiai succo di limone 

Per guarnire

  • 250 ml panna fresca
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 300 gr ciliegie

Preparazione

Montate gli albumi con una planetaria o con le fruste elettriche, a media velocità. 

Appena cominciano a gonfiarsi e diventare bianchi aggiungete in tre volte distinte lo zucchero, continuando a montare per un paio di minuti tra un’aggiunta e l’altra. 

Quando gli albumi saranno ben gonfi, unite l’amido di mais setacciato assieme al cremor tartaro, continuate a montare per 2-3 minuti.

Aggiungete anche il succo di limone e montate per altri 2 minuti per ottenere una meringa lucida e soda.


Con l’aiuto di una tortiera, disegnate un disco di 20 cm di diametro su un foglio di carta da forno, disponete al centro la meringa, create una cavità centrale e lisciate i bordi, portando la meringa verso l’alto con l’aiuto di un cucchiaio per creare dei bordi frastagliati. 

Cuocete in forno statico preriscaldato a 120° per circa 2 ore, fino a che risulti ben asciutta e lasciate raffreddare la Pavlova nel forno con la porta semi aperta.

In una ciotola fredda, montate la panna con fruste elettriche e incorporate l’estratto di vaniglia.


Denocciolate le ciliegie e riempite con la metà la cavità della meringa, stendete la panna montata sopra e decorate con le ciliegie rimaste.

Abbinamento

Abbiamo deciso di abbinare un bianco della nuova linea 1967, un Pinot Grigio che nasce nelle Terre di Chieti da un vitigno allevato a Guyot, in una delle zone più importanti in ambito vitivinicolo, caratterizzata da un’impagabile escursione termica e da una magnifica esposizione.

Un magnifico pinot grigio ottenuto da una vendemmia della terza decade di agosto, rigorosamente manuale, che garantisce il massimo rispetto per l’ambiente circostante.

Vai alla Scheda Vino.